Le pietre della città - Terza parte

Le pietre della città - Terza parte

By Roberto Picchi

  • Release Date : 2016-02-25
  • Genre : Romanzi rosa
  • FIle Size : 1.81 MB
Download Now
The file download will begin after you complete the registration. Downloader's Terms of Service | DMCA

Description

Le pietre della città - Terza parte È Aldo Bolli, il figlio di Paride, il personaggio che apre l’ultima parte della trilogia “Le pietre della città.” Siamo nell’estate del 1966 e il giovane per le vacanze scolastiche, l’anno prima del diploma, va a trovare la sorella Lucia che vive a Livorno con i suoi due figli. Suo cognato Olindo, sbarcato per un’avaria dalla petroliera dove lavora, lo convince a rimanere trovandogli un lavoro presso una rivendita di giornali.
Conseguito il diploma e assolto il servizio militare, Aldo è assunto alla Sogepi, un’azienda di Livorno. Lascia definitivamente Norcia e riprende l’attività politica, frequentando la sezione del Partito Comunista, dove conosce Elena, madre di una bambina, di cui s’innamora, rompendo il fidanzamento con Rosalba, la sua ragazza di Norcia, creando forti contrasti con la sua famiglia. 
Il 19 settembre 1979 un evento sismico scuote il territorio dei Monti Sibillini mettendo in ginocchio l’intera economia della zona. La ricostruzione, che si completerà sul finire degli anni ’90, richiama, nel territorio nursino, lavoratori da altre regioni, con un incremento delle attività artigianali e commerciali legate al grande sforzo di ricostruire l’intera città. L’economia locale finalmente rinasce; l’opportunità tanto attesa è arrivata. Il turismo richiama frotte di turisti nei fine settimana per ammirare le bellezze paesaggistiche e storiche di Norcia, completamente restaurate. Sorgono nuovi alberghi e agriturismi, dove numerosi visitatori trovano ospitalità e accoglienza. 
È all’agriturismo “Alla tana del riccio”, gestito dalle cugine Paola e Cristina Funari, che la notte di San Silvestro del 1999, si conclude la nostra storia, iniziata la domenica del 3 aprile 1904 con l’abbandono di una neonata nella ruota girevole di un convento, con i personaggi superstiti, ritrovatisi per l’occasione, che brindano l’arrivo del nuovo millennio.

keyboard_arrow_up